Seguici su Facebook
Fuoricasello
PREFAZIONE

Ancora una volta ci guidano i Longo,
fedeli custodi del Gusto.

di Bruno Pizzul

La Guida Fuoricasello celebra la sua undicesima edizione e le oltre 690 mila copie vendute. Quando i dinamici fratelli Longo me ne parlarono, con l’idea ancora in embrione (era il 2005), mi parve un’intuizione geniale e mi meravigliai che nessuno ci avesse ancora pensato, visto che già allora proliferavano iniziative editoriali con suggerimenti e indicazioni destinati ai cultori del buon mangiare e buon bere. Qualcosa di simile e con un po’ di dispetto, probabilmente avvertirono anche quanti, dopo che Fuoricasello Longo aveva visto la luce, si misurarono in pubblicazioni con il chiaro sapore dell’imitazione, attribuendo così implicito riconoscimento di merito alla Guida specifica primogenita. In effetti indicare ristoranti e locali degni di essere visitati nei pressi degli svincoli autostradali è stata una nota distintiva ed ha costituito immediato motivo di successo, suggerendo al viaggiatore che ne abbia il desiderio e la possibilità, una pausa riposante e rigeneratrice contro la corsa noiosa e stancante sul nastro d’asfalto. In questi anni ho naturalmente avuto ripetute occasioni di verificare se i consigli di Fuoricasello trovassero puntuale rispondenza nella qualità della cucina e nell’accoglienza dei luoghi segnalati.Debbo dire di essermene uscito soddisfatto, con la netta sensazione di aver trovato spesso piatti di tradizione locale, cosa della massima importanza per apprezzare appieno il desinare basato sui prodotti tipici del territorio. Non guido mai personalmente per il semplice motivo che non ho mai preso la patente e mi affido per i trasferimenti in auto a qualche nocchiero: dopo un po’ di chilometri di viaggio, mi immergo a consultare fiducioso la nostra Fuoricasello, che provvedo a portare sempre con me, e prefiguro le possibili soste lungo il percorso autostradale. Individuato un obiettivo enogastronomico praticabile, comincio a far opera di persuasione verso l’autista (amico o moglie che sia) per indurlo alla fermata con garantita soddisfazione mangereccia. Quando vengo ascoltato verifico che alla fine l’idea è piaciuta anche all’accompagnatore, sulle prime magari indispettito al pensiero di dover perdere un po’ di tempo. Ma vuoi mettere un pasto come si deve, le gambe sotto il tavolo, io che non devo temere il palloncino accompagnato anche da un buon bicchiere di vino, anziché il triste e superveloce panino nell’area di servizio. Doveroso, in occasione della decima edizione, un rinnovato grazie ai magnifici Longo che con la loro lungimiranza hanno rallegrato l’andare di tanti forzati del volante. Un po’ di tempo si trova sempre, il viaggio giusto e sereno non è certo il record da casello a casello ma, quando si può, un momento di ristoro tranquillo... Fuoricasello.

Copyright © 2010 Longo un Mondo di Specialit√† Srl  |  P.IVA 11667830159 Credits AWDGroup
Privacy Policy